Bimini Road

Come in un viaggio negli abissi marini, la nuova collezione Bimini Road incontra 7 antiche città sommerse.
Dall’India alla Russia, dall’Egitto al mito di Atlantide.
Ogni gioiello si ispira liberamente ai simboli delle diverse culture e civiltà evocate o reinterpreta i ritrovamenti emersi dalle scoperte di queste città misteriose.
Simena, Phanagoria, Heracleio, Pavlopetri, Atlantide, Baia, Dwarka.
Realizzati interamente a mano in argento 925 e bronzo con pietre preziose e semipreziose.

Bimini Road

Come in un viaggio negli abissi marini, la nuova collezione Bimini Road incontra 7 antiche città sommerse.  Dall’India alla Russia, dall’Egitto al mito di Atlantide.  Ogni gioiello si ispira liberamente ai simboli delle diverse culture e civiltà evocate o reinterpreta i ritrovamenti emersi dalle scoperte di queste città misteriose.

Simena, Phanagoria, Heracleio, Pavlopetri, Atlantide, Baia, Dwarka.

Realizzati interamente a mano in argento 925 e bronzo bagnato oro con pietre naturali preziose e semipreziose.

Simena #1

Una città Bizantina del IV secolo A.C. sulla Costa Turchese. Il castello dell’antica città, sopra il livello del mare, sovrasta ancora oggi le rovine sommerse. 
Isola di Kekova, Turchia

Phanagoria #2

Una ricca colonia greca circondata da una vasta necropoli con templi dedicati a Demetra e Afrodite. 
Penisola di Taman, Russia

Heracleio #3

Sommersa nel Delta del Nilo, grande come Parigi, era un luogo della celebrazione dei Misteri di Osiride.
Baia di Abukir, Egitto

Baia #4

una delle città più importanti dell’antica Roma. Seneca definiva Baia il “villaggio del vizio”, mentre Ovidio descriveva la cittadina come un “luogo appropriato per fare l’amore”. 
Golfo di Napoli, Italia

Pavlopetri #5

Considerata la più antica città sommersa del mondo, Pavlopetri risale al tempo degli eroi di Omero.
Peloponneso,Grecia

Atlantis #6

“Innanzi a quella foce stretta che si chiama colonne d’Ercole, c’era un’isola più grande della Libia e dell’Asia insieme, e da essa si poteva passare ad altre isole e da queste alla terraferma di fronte. […] In tempi posteriori […],essendo succeduti terremoti e cataclismi straordinari, nel volgere di un giorno e di una brutta notte […] tutto in massa si sprofondò sotto terra, e l’isola Atlantide similmente ingoiata dal mare scomparve.” Platone

Dwarka #7

La leggenda racconta che il dio indu Krishna possedesse una città con oltre 70mila palazzi realizzati in oro, argento e altri metalli preziosi. 
Sommersa durante l’ultima era glaciale, i cittadini indiani hanno soprannominato il sito ritrovato ‘Dwarka’ (La Città Dorata).
Baia di Cambay, India